Premesse:

    • D.P.R. del 5 ottobre 2010, n. 207 – art. 92 c. 1 Il concorrente singolo può partecipare alla gara qualora sia in possesso dei requisiti economico-finanziari e tecnico-organizzativi relativi alla categoria prevalente per l’importo totale dei lavori ovvero sia in possesso dei requisiti relativi alla categoria prevalente e alle categorie scorporabili per i singoli importi. I requisiti relativi alle categorie scorporabili non posseduti dall’impresa devono da questa essere posseduti con riferimento alla categoria prevalente.
    • Legge del 23 maggio 2014, n. 80 – all’art. 12, c. 2 lett. a si legge “l’affidatario, in possesso della qualificazione nella categoria di opere generali ovvero nella categoria di opere specializzate indicate nel bando di gara o nell’avviso di gara o nella lettera di invito come categoria prevalente può, fatto salvo quanto previsto alla lettera b), eseguire direttamente tutte le lavorazioni di cui si compone l’opera o il lavoro, anche se non è in possesso delle relative qualificazioni, oppure subappaltare dette lavorazioni specializzate esclusivamente ad imprese in possesso delle relative qualificazioni;”
      alla lett. b dello stesso comma vengono elencate le categorie a qualificazione obbligatoria che “non possono essere eseguite direttamente dall’affidatario in possesso della qualificazione per la sola categoria prevalente, se privo delle relative adeguate qualificazioni” tra le quali troviamo: tulle le “categorie di opere generali individuate nell’allegato A al predetto decreto, – ovvero tutte le categorie OG – nonché le categorie individuate nel medesimo allegato A con l’acronimo OS, di seguito elencate: OS 2-A, OS 2-B, OS 3, OS 4, OS 5, OS 8, OS 10, OS 11, OS 12-A, OS 13, OS 14, OS 18-A, OS 18-B, OS 20-A, OS 20-B, OS 21, OS 24, OS 25, OS 28, OS 30, OS 33, OS 34, OS 35.”
    • Decreto ministeriale 10 novembre 2016, n. 248 – è il Regolamento che individua le opere per le quali sono necessari lavori o componenti di notevole contenuto tecnologico o di rilevante complessità tecnica e dei requisiti di specializzazione richiesti per la loro esecuzione, ai sensi dell’articolo 89, comma 11, del D.Lgs. 18 aprile 2016, n. 50, tra queste, all’art. 2 c. 1, viene individuata, tra le altre, la cat. OS32 – Strutture in legno.

A prima lettura, si potrebbe frettolosamente ritenere che, qualora non in possesso della cat. OS32, classificata come di rilevante complessità tecnica per la quale sono richiesti requisiti di specializzazione, non si possa partecipre la gara d’appalto nell’eventualità in cui questa fosse categoria prevalente o categoria scorporabile ma con importo superiore al 10% dell’importo totale dell’appalto.
Chiariamo e distinguiamone i casi!
La categoria OS32 non può essere oggetto di avvalimento nè subappaltabile in misura superiore al 30% nel caso in cui l’importo della categoria superi il 10% del totale dell’appalto (D.M. 248/2016) ma la stessa è eseguibile direttamente dall’affidatario se in possesso della categoria prevalente per una classifica che copra anche l’importo della scorporabile OS32 (Legge 80/2014).
Di questo parere è il Consiglio di Stato, massimo giudice speciale amministrativo, che nella Sentenza n. 08096/2020 del 17/12/2020 conclude “13. Ne segue che pur di natura superspecialistica i lavori concernenti le strutture in legno di cui alla categoria OS32 non sono a qualificazione obbligatoria, per cui in base all’art. 92, comma 1, D.P.R. n. 207 del 2010, tuttora vigente, in base alla norma transitoria contenuta nell’art. 216, comma 14, del codice dei contratti pubblici, l’operatore economico privo della qualificazione in tale categoria scorporabile può nondimeno eseguire i lavori se qualificato nella categoria prevalente per l’intero importo dell’appalto”.

Casistiche:

      • OS32 cat. prevalente – per qualificarsi, bisogna essere in possesso della Certificazione SOA o di Certificati di Esecuzione Lavori per appalti inferiori a € 150.000,00
      • OS32 cat. scorporabile ed importo inferiore al 10% – per la corretta qualificazione (oltre alla qualificazione nella categoria prevalente), alternativamente:
        – essere in possesso della relativa Certificazione SOA;
        – fare ricorso all’istituto dell’avvalimento o ad A.T.I. con impresa qualificata;
        – eseguire direttamente i lavori se in possesso della categoria prevalente per un importo che copra anche la scorporabile OS32;
      • OS32 cat. scorporabile ed importo superiore al 10% – per la corretta qualificazione (oltre alla qualificazione nella categoria prevalente), alternativamente:
        – essere in possesso della relativa Certificazione SOA;
        – fare ricorso ad A.T.I. con impresa qualificata;
        – eseguire direttamente i lavori se in possesso della categoria prevalente per un importo che copra anche la scorporabile OS32;

Qualora abbiate bisogno di ulteriore supporto e/o consulenza, vi invitiamo a contattarci.