Fattura elettronica

Fattura elettronica

La Finanziaria 2008 ha stabilito che la fatturazione nei confronti delle amministrazioni dello stato debba avvenire esclusivamente in forma elettronica a partire dal 31 marzo 2015. Tra tutte le iniziali difficoltà, si è potuta poi constatare la semplicità e l’utilità del sistema di fatturazione elettronica che ha poi portato all’estensione del sistema anche verso i B2B e i B2C, peraltro in linea con le disposizioni europee.

La Normativa, L’Evoluzione e Le Scadenze

La legge finanziaria 2008 ha introdotto l’obbligo della emissione, della trasmissione, della conservazione e della archiviazione esclusivamente in forma elettronica delle fatture emesse nei rapporti con le amministrazioni dello Stato, anche ad ordinamento autonomo, e con gli enti pubblici nazionali.
La Legge di Bilancio 2018 ha esteso l’obbligo della fatturazione elettronica anche alle transazioni commerciali tra soggetti passivi Iva privati (B2B - aziende e professionisti con P.Iva) e verso i consumatori finali (B2C).

Dal 01 luglio 2018 per:
  • Le cessioni di benzina e/o gasolio destinati all’alimentazione di motori per uso autotrazione di proprietà di soggetti passivi Iva, poi rinviato al 01 gennaio 2019
  • Prestazioni di servizi rese da subappaltatori e/o subcontraenti relativamente agli appalti pubblici
Dal 01 settembre 2018 per il tax free shopping, obbligando all’emissione per gli acquisti di beni:
  • Da parte di viaggiatori extra UE
  • Di importo superiore a 155 Euro al lordo dell’IVA
  • Per uso personale o familiare
  • Da trasportarsi fuori dal territorio doganale comunitario nei bagagli personali.

Soggetti Obbligati e NON

Dal 1° gennaio 2019, la Legge n. 205 del 27 dicembre 2017, avvia l’obbligo della fatturazione elettronica che coinvolge dunque tutti i soggetti Iva e riguarderà, oltre alle cessioni di beni o la prestazione di servizi effettuate tra due soggetti passivi Iva (operazioni B2B), anche il caso in cui la cessione o prestazione è effettuata da un operatore Iva verso un consumatore finale (operazioni B2C).

Gli unici esonerati dall’emissione della fattura elettronica sono i soggetti che rientrano nel regime di vantaggio (art. 27, comma 1 e 2, del D.L. n. 98 del 6 luglio 2011, conv. dalla Legge n. 111 del 15 luglio 2011), e quelli che rientrano nel regime forfettario (art. 1, comma da 54 a 89, della Legge n. 190 del 23 dicembre 2014). Tali soggetti possono facoltativamente emettere fatture elettroniche secondo le disposizioni presenti nel Provvedimento dell’Agenzia Entrate del 30 aprile 2018, ma allo stesso tempo dovranno porre in essere gli strumenti adeguati per poter ricevere le fatture elettroniche dei propri fornitori.

Per saperne di più

Vantaggi

  • Certificazione della data di emissione del documento (per richieste di esigibilità e/o cessione del credito) e della data di ricevimento della fattura (requisito necessario per la definizione del termine per l’esercizio del diritto alla detrazione dell’IVA);
  • Riduzione di tempi e costi operativi (carta, stampante, toner, invio del cartaceo, assicurazione sull’avvenuta ricezione);
  • Miglior controllo di gestione documentale e di contabilità;
  • E' un documento cardine nelle relazioni verso i partner di business;
  • Apre la porta al pagamento;
  • Ha valore fiscale;
  • E' usabile per ottenere finanziamenti;
  • Ha importante valore giuridico.

Caratteristiche

  • Il contenuto è rappresentato, in un file XML (eXtensible Markup Language), secondo il formato della FatturaPA. Questo formato è l'unico formato accettato dal Sistema di Interscambio;
  • L'autenticità dell'origine e l'integrità del contenuto sono garantite tramite l'apposizione della firma elettronica qualificata di chi emette la fattura o dal suo intermediario;
  • La trasmissione è vincolata alla presenza del codice identificativo univoco o indirizzo PEC del destinatario della fattura;
  • La Fattura Elettronica deve seguire il formato standard, il quale prevede le informazioni da riportare obbligatoriamente in fattura in quanto rilevanti ai fini fiscali secondo la normativa vigente; in aggiunta a queste il formato prevede l’indicazione obbligatoria delle informazioni indispensabili ai fini di una corretta trasmissione della fattura al soggetto destinatario attraverso il Sistema di Interscambio.

Come funziona

Con il ServizioFE hai la certezza di tutta la gestione delle tue fatture
  • CICLO ATTIVO la fattura elettronica viene trasmessa al tuo cliente attraverso il Sistema di Interscambio (SdI) il quale invierà dei file messaggio (Notifiche) che documentano lo stato del proprio file Fattura, determinando se la procedura è andata a buon fine o se vi sono errori ai quali bisogna rimediare.
  • CICLO PASSIVO: ottimizzi il processo di ricezione delle fatture, con la certezza di ricevere tutte le fatture in formato digitale, senza più carte, fogli facilmente deteriorabili e smarribili, nonché migliorare la gestione della contabilità della tua azienda in maniera semplice, sicura ed ordinata.
  • FIRMA DIGITALE: per garantire autenticità, integrità e non ripudiabilità delle fatture emesse
  • CONSERVAZIONE A NORMA: le fatture attive e passive vengono conservate a norma di legge per 10 anni
Soluzioni ServizioFE

Soluzioni ServizioFE

Easy Plan
€49,00 ANNUI
Easy
  • Preparazione file XML
  • Firma Digitale
  • Invio al SdI
  • Raccolta notifiche e ricevute
  • Conservazione a norma 10 anni inclusa
  • FLUSSO DI 100 DOCUMENTI (sia Emesse che Ricevute)
Standard Plan
€89,00 ANNUI
Standard
  • Preparazione file XML
  • Firma Digitale
  • Invio al SdI
  • Raccolta notifiche e ricevute
  • Conservazione a norma 10 anni inclusa
  • FLUSSO DI 300 DOCUMENTI (sia Emesse che Ricevute)
Premium Plan
€149,00 ANNUI
Premium
  • Preparazione file XML
  • Firma Digitale
  • Invio al SdI
  • Raccolta notifiche e ricevute
  • Conservazione a norma 10 anni inclusa
  • FLUSSO DI 600 DOCUMENTI (sia Emesse che Ricevute)
Pay per Use
€19,00 ANNUI
Pay per use
  • Preparazione file XML
  • Firma Digitale
  • Invio al SdI
  • Raccolta notifiche e ricevute
  • Conservazione a norma 10 anni inclusa
  • FLUSSO illimitato di documenti (sia Emesse che Ricevute)
  • Costo di € 0,50/fattura
*Operazione senza applicazione dell’Iva ai sensi dell’art. 1 comma 100 della L. 244/2007.
Regime fiscale di vantaggio per l’imprenditoria giovanile e per i lavoratori in mobilità ex art. 27 commi 1 e 2 del D.l. 98/2011..

Richiedi supporto

WhatsApp WhatsApp