Avvalimenti

Cos'è l'avvalimento

L'Avvalimento è un istituto giuridico di origine comunitaria riguardante il settore dei contratti pubblici di lavori, servizi e forniture, introdotto anche nell'ordinamento dello Stato italiano dal D.Lgs. 163/2006, in sede di recepimento delle direttive comunitarie n. 2004/18 e 2004/17. Ha subito una profonda rivisitazione nel corso degli anni, e ridefinito attraverso l'ultimo codice degli appalti D. Lgs. 50/2016, entrato in vigore il 19/04/2016 e modificato da:

  • Decreto Legge n. 244 del 30/12/2016
  • Decreto ministeriale 10/11/2016, n. 248
  • Decreto Legislativo n. 56 del 19/04/2017
  • Legge n. 96 del 21/06/2017
  • Legge n. 205 del 27/12/2017
  •  
      Per Avvalimento si intende la facoltà di un’impresa (AUSILIATA) di soddisfare la richiesta relativa al possesso dei requisiti di carattere economico, finanziario, tecnico, organizzativo, avvalendosi dei requisiti di un’altra impresa (AUSILIARIA), la quale, ovviamente, si impegna, nei confronti dell’ausiliata e dell’amministrazione appaltante, a metterli a disposizione del richiedente per l'espletamento della gara e, in caso di aggiudicazione, per tutta la durata dell'appalto. Quindi, un operatore economico che partecipa ad una procedura di gara per l'affidamento di un appalto pubblico per il quale è richiesto il possesso di determinati requisiti (economico-finanziari o tecnico-organizzativi), può dichiarare di avvalersi dei requisiti di un altro operatore economico. L’avvalimento vale solo per la gara in oggetto e, in caso di aggiudicazione, ha valore per tutto il corso dell'appalto. L'Impresa ausiliaria si impegna sia nei confronti dell'ausiliata che nei confronti della Stazione appaltante a mettere a disposizione della prima, per tutta la durata dell'appalto, tutte le risorse di cui questa risulta carente. Restano fermi i requisiti di ordine generale rif. art. 80 codice dei contratti pubblici, che devono essere posseduti da entrambe.

Nell'avvalimento, indicazioni e limiti sono i seguenti:

  • È ammesso l'avvalimento di più imprese ausiliarie. L'ausiliario non può avvalersi a sua volta di altro soggetto.
  • In relazione a ciascuna gara non è consentito, a pena di esclusione, che della stessa impresa ausiliaria avvalga più di un concorrente, ovvero che partecipino sia l'impresa ausiliaria che quella che si avvale dei requisiti.
  • Il contratto è in ogni caso eseguito dall'impresa che partecipa alla gara, alla quale è rilasciato il certificato di esecuzione, e l'impresa ausiliaria può assumere il ruolo di subappaltatore nei limiti dei requisiti prestati.
  • In relazione a ciascun affidamento, la stazione appaltante esegue in corso d'esecuzione le verifiche sostanziali circa l'effettivo possesso dei requisiti e delle risorse oggetto dell'avvalimento da parte dell'impresa ausiliaria, nonché l'effettivo impiego delle risorse medesime nell'esecuzione dell'appalto.
  • Non è ammesso l'avvalimento qualora nell'oggetto dell'appalto o della concessione di lavori rientrino opere per le quali sono necessari lavori o componenti di notevole contenuto tecnologico o di rilevante complessità tecnica, quali strutture, impianti e opere speciali. È considerato rilevante, ai fini della sussistenza dei presupposti di cui al primo periodo, che il valore dell'opera superi il dieci per cento dell'importo totale dei lavori.
  • L'elenco delle opere di cui al precedente comma, è definito dal art. 2 del Decreto ministeriale 10 novembre 2016, n. 248, riportante le seguenti categorie SOA:
      a) OG 11 Impianti tecnologici;
      b) OS 2-A Superfici decorate di beni immobili del patrimonio culturale e beni culturali mobili di interesse storico, artistico, archeologico ed etnoantropologico;
      c) OS 2-B Beni culturali mobili di interesse archivistico e librario; 
      d) OS 4 Impianti elettromeccanici trasportatori;
      e) OS 11 Apparecchiature strutturali speciali;
      f) OS 12-A Barriere stradali di sicurezza;
      g) OS 12-B Barriere paramassi, fermaneve e simili;
      h) OS 13 Strutture prefabbricate in cemento armato;
      i) OS 14 Impianti di smaltimento e recupero di rifiuti;
      j) OS 18-A Componenti strutturali in acciaio;
      k) OS 18-B Componenti per facciate continue;
      l) OS 21 Opere strutturali speciali;
      m) OS 25 Scavi archeologici;
      n) OS 30 Impianti interni elettrici, telefonici, radiotelefonici e televisivi;
      o) OS 32 Strutture in legno.

Per le categorie sopraelencate, quindi, non è ammesso l'avvalimento qualora il loro valore superi il dieci per cento dell'importo totale dei lavori e per le quali, ai sensi dell'articolo 105, comma 5 del Codice, l'eventuale subappalto non può superare il trenta per cento dell'importo delle opere e, non può essere, senza ragioni obiettive, suddiviso.

Di seguito trovi:

Modello di Richiesta Avvalimento - Download

Condizioni Generali di Vendita - Download

Richiedi supporto

WhatsApp WhatsApp